Wakeman solo piano

Rick Wakeman, fantasmagorico tastierista degli Yes e personaggio carismatico del rock progressivo, pubblica il suo centesimo album e - abbandonato l'organo - lo fa con un progetto per piano solo. Nel disco rilegge a modo suo (ovvero con estrema creatività e raffinatezza) alcuni dei suoi brani preferiti che spaziano dai Beatles ai Led Zeppelin, da Debussy a Chopin. C'è un bel po' di autocompiacimento nella sua musica e nei suoi ricami pianistici che adornano Help (quasi irriconoscibile) e catturano Stairway To Heaven (impensabile per solo pianoforte) passando per una Berceuse (ninna nanna) di Chopin. Gradevole. Aspettiamo però Wakeman con un album per pianoforte di sue composizioni. Quella è la vera sfida.