Yoko Ono riconosciuta co-autrice di "Imagine" insieme a John Lennon

La vedova dell'ex Beatle ha accolto con entusiasmo la notizia tanto da dichiarare: "Questo è il momento della mia vita"

Ci sono voluti quasi cinquant'anni ma alla fine Yoko Ono è stata riconosciuta co-autrice di "Imagine", il brano forse più celebre di John Lennon.

A rendere merito alla vedova dell'ex Beatle è stato David Israelite, amministratore delegato della National Music Publishers Association, associazione di categoria americana che raggruppa gli editori musicali statunitensi, durante una serata di gala a New York. A fornire la motivazione è stato proprio John Lennon. In un'intervista rilasente al 1980, il cantante aveva infatti spiegato che la canzone era opera anche di Yoko Ono e, ancor più importante, che era lei la fonte della sua ispirazione. Un ruolo fondamentale che la donna si vede riconosciuto dopo 46 anni, all'età di 84 anni.

La vera motivazione del riconoscimento, secondo il sito Variety, sarebbe però da ricercarsi in altro. Secondo l'ordinamento giuridico statunitense una canzone diventa di pubblico dominio dopo settant'anni dalla morte del suo ultimo autore. Accreditare Yoko Ono come co-autrice di "Imagine" vuol dire quindi continuare a far fruttare il brano. L'artista si è mostrata molto entusiasta del riconoscimento tanto da dichiarare: "Questo è il momento migliore della mia vita".

Commenti

cecco61

Ven, 16/06/2017 - 12:59

Che dire, la canzone più comunista degli ultimi 50 anni, in cui si immagina un mondo senza inferno né paradiso, soprattutto senza proprietà privata, attribuita anche all'ispiratrice di questi nobili pensieri, affinché possa continuare ad incassare i diritti d'autore e aumentare l'immenso patrimonio personale che già possiede. Da brava comunista, il cuore a sinistra ma portafoglio così a destra che più a destra non si può.