Lo spettacolo sciopera e mette a rischio l’uscita de «La tigre e la neve»

Il 14 ottobre si fermeranno tutte le attività dello spettacolo e nello stesso giorno sarà convocata una manifestazione nazionale per protestare contro i tagli al Fus (Fondo unico per lo spettacolo) previsti nella Finanziaria. Lo sciopero prevede la chiusura dei cinema aderenti all’iniziativa e, dunque, c’è il rischio slittamento per le pellicole la cui uscita è prevista per quel giorno: tra queste La tigre e la neve di Benigni. Le copie del film saranno consegnate, ma è ovvio che, se l’adesione allo sciopero sarà massiccia, la vera uscita non sarà che il giorno dopo. «La Finanziaria prevede un ulteriore taglio del 40% di tutte le risorse pubbliche per lo spettacolo, tra decurtazione del Fus, eliminazione delle quote Lotto destinate al settore e minori trasferimenti agli enti locali» si legge in una nota di Agis, Anica, Anac, Slc Cgil, Sai, Fistel Cisl, Fai, Uilcom Uil, Coordinamento attori Uilcom.