Spezia, buona prova Ma vince il Chievo

da La Spezia

Il prologo al veleno resta lontano dall'Alberto Picco. Contro il Chievo i giocatori dello Spezia lasciano le polemiche fuori dal rettangolo di gioco. Gli aquilotti offrono una prestazione gagliarda e mettono più volte in difficoltà i veneti. Ma senza fortuna. Finisce 0 a 1 per gli ospiti con gol di Ciaramitaro, ma gli aquilotti hanno più di un'occasione per recriminare. Nel primo tempo Guidetti impegna severamente Squizzi al 5' ed al 27' con due conclusioni ravvicinate. Nella ripresa gli aquilotti sono ancora pericolosi con Gorzegno. Tiro bomba al 10' alto. Replica il Chievo con un colpo di testa di Ciaramitaro al 18' ed una punizione di Italiano al 20'. I veneti risolvono al 31' con un colpo di testa sotto porta ancora di Ciaramitaro.
Pellegrino: 6. In miglioramento. È sicuro ed i compagni si fidano di lui anche nelle uscite. Bella parata su Luciano. Da rivedere sul gol.
Giuliano: 6. A lui tocca Obinna e lo controlla bene.
Bianchi: 6. Recupera bene e chiude sulle sbavature dei compagni.
Zaninelli: 6,5. Al 3' gli scappa Pellissier e per il Picco sono brividi. Si rifà al 15’ su corner: anticipa ancora Pellissier.
Camorani: 6. Luciano è un cliente difficile.
Gorzegno: 7. Si busca un’ammonizione un po' ingenua.
Biso: 5,5. Troppo lezioso, a volte mette in difficoltà i compagni.
Fietta: 6. Nel ruolo di vice-Saverino copre bene la sua zona.
Padoin: 6. Va di nuovo in campo in condizioni precarie. Dà tutto. (dal 26' s.t. Saverino: s.v.).
Do Prado: 7. Ispirato. Prova più volte il tiro bomba, apre gli spazi a Guidetti. Ottima prova. (dal 35' s.t. Eliakwu: s.v. questa volta non brilla).
Guidetti: 7. È marcato a uomo ma lui si dà un gran daffare. Mette più volte in crisi i difensori ospiti che lo braccano e lo raddoppiano sempre.
All. Soda: 7. Le polemiche tra squadra e società potevano minare la concentrazione invece lo Spezia scende in campo carico a mille.