Spezia, la carica del presidente

Ci siamo. Tutto in una partita. Il futuro dello Spezia, la sua permanenza in serie B, ma anche il futuro della società, del tecnico e del suo presidente si gioca questa domenica nel match con il Treviso.
Siamo arrivati alla partita forse più importante della stagione per lo Spezia, l'ultima gara casalinga. Infatti il risultato della partita contro il Treviso sarà fondamentale per il futuro della società aquilotta.
«In una partita come quella contro il Treviso non bisogna dare il cuore, bisogna dare se stessi». Il presidente Pino Ruggieri, parla con la serenità di chi sa di avere fatto tutto il possibile per evitare un'infausta conclusione di questo campionato: «Ho ammesso i miei errori - spiega il presidente - come il non essere stato sufficientemente vicino alla squadra a causa dei miei numerosi impegni professionali. Da qualche tempo in qua, però - continua il numero uno aquilotto - ho ripreso le fila della squadra, sono tornato a vivere le vigilie, dare i miei consigli e, più in generale, a fare sentire la mia presenza. Come ho già detto in passato speriamo che basti».
Quindi la città di si è stretta attorno ai colori bianconeri, sperando che il futuro sia ancora in serie B.
Questa la lista ufficiale dei convocati che il tecnico Antonio Soda ha diramato per la sfida contro il Treviso: Portieri: Mondini, Santoni; Difensori: Scarlato, Fusco, Addona, Rossi, Pecorari, Giuliano; Centrocampisti: Quadri, Do Prado, Bruccini, Saverino, Alessi, Confalone; Attaccanti: Guidetti, Guzman, Colombo, Varricchio. Sarà Saccani di Mantova a dirigere lo scontrissimo di oggi al «Picco». Assistenti Pirondini e Niccolai. Quarto uomo Massa.