Spezia contro Padova per mirare al vertice

da La Spezia

Ultima gara stagionale dell'anno per lo Spezia di Antonio Soda che ospita, nel big-match della giornata, il Padova di Maurizio Pellegrino.
Si affrontano due formazioni ai vertici del campionato: gli aquilotti, secondi con 26 punti, alla pari del Pavia, e i veneti, distanziati di un solo punto.
Soda, dopo il pari acciuffato al novantesimo su rigore a Sesto San Giovanni, cambia formazione. E non solo perché recupera, dopo squalifica, la sua spina dorsale composta da Grieco e Alessi. Florindo, infatti, deludente in Lombardia, è sacrificato per lasciare spazio a Padoin. A centrocampo, quindi, conferma per Saverino.
La probabile formazione: Rotoli tra i pali; Bianchi, Fusco, Maltagliati e Padoin in difesa; Ponzo e Saverino sulle fasce, con Grieco e Alessi a centrocampo. In avanti Varricchio e l'ex Guidetti.
Proprio quest'ultimo, capocannoniere del campionato, si è allenato a parte tutta la settimana per un problema alla caviglia: stringerà i denti e ci sarà.
Alla vigilia del match parla il mister: «Spero che il pubblico accorra ancora più numeroso a sostenerci - dice Soda - perché abbiamo assoluto bisogno del loro calore. Affronteremo una formazione che lascia giocare molto per poi ripartire in contropiede, non sarà facile trovare la via del gol». L'obiettivo dello Spezia, nelle restanti due partite di andata, è di conquistare sei punti e non perdere terreno dal Genoa capolista.
Poi, a gennaio, almeno quattro acquisti annunciati dal presidente Ruggieri per rinforzare la rosa.