Spezia e Savona, noia da derby

Un pari tutto sommato giusto, un pari che scontenta tutti e - per ora - non serve a nessuno. Finisce a reti inviolate la «straligure» tra Spezia e Savona, rispettivamente terza e quarta forza del girone A della Serie D, e l’assalto alla riposante capolista Biellese fallisce per entrambe. Al «Picco» si parte alle 15,15 - per esigenze televisive di Rai Sport Più - con la solidarietà per i lavoratori della San Giorgio e il fedele gemellaggio tra gli Ultras delle due formazioni; ma, in campo, il clima da «Cuore» di Edmondo De Amicis dura ben poco. La giacchetta nera brindisina Di Bello fatica assai a tenere a bada gli animi, soprattutto a causa di ripetuti fischi approssimativi e mancate sanzioni disciplinari.
Nel clima surriscaldato, più spigliati e intraprendenti paiono fin da subito gli striscioni di Bortolas, sospinti da quattro successi di fila nelle ultime quattro gare: al 12’, Riggio trova dalla trequarti la testa di Soragna, Bertagna sbaglia i tempi dell’uscita e se non fosse per un affannoso salvataggio di… Salvalaggio, capitolerebbe di sicuro. Pericolo scampato e Marco Rossi comincia invano a sgolarsi in panchina. Il primo tiro degli aquilotti - in insolita maglia azzurra - giunge al 20’, opera di un velleitario Capuano. Sul finire di primo tempo sono ancora due incornate a rischiare di spezzare l’equilibrio: il savonese Soragna spreca da buona posizione (34’), lo spezzino Frateschi (36’) non impensierisce troppo Fiory.
La ripresa si apre con la consueta girandola di sostituzioni, che non cambia di molto l’equilibrato canovaccio: Spezia approssimativo davanti, Savona più quadrato dietro. Ma la contesa si fa comunque più interessante. Siamo al 57’ quando l’imprendibile Soragna prende in controtempo capitan Fusco e compagni, sfugge sulla sinistra e crossa per il neoentrato Cotta: stavolta Bertagna sventa alla perfezione, chiudendo lo specchio con lo stinco sinistro. Rossi inserisce bomber Di Paola, un po’ troppo nervoso per impattare positivamente sull’incontro. E infatti è il ceco Herzan a spaventare i biancoblù dalla distanza (63’) ma il suo mancino termina a lato. Ora, sotto l’acquazzone del finale, a crederci di più sono i padroni di casa, caricati dal caloroso juke-box della Curva Ferrovia: troppo poco però l’esterno di Di Paola e il tentato tap-in di Nieto - lesto Fiory in entrambe le occasioni - per schiodare all’84’ il definitivo, veritiero 0-0.
I risultati degli altri anticipi della ventunesima giornata: Lavagnese-Cirié 2-1, Virtus Entella-Valle d’Aosta 2-1. La nuova classifica: Biellese 42, Casale 37, Spezia 36, Savona 30, Sarzanese 27, Rivarolese e Virtus Entella 26, Pro Settimo e Lavagnese 25, Derthona e Sestri Levante 24, Rivoli e Albese 22, Cuneo e Novese 17, Lottogiaveno 15, Valle d’Aosta 14, Sestrese e Cirié 13.