Lo Spezia emerge dal diluvio e affonda il Crotone ridotto in 9

Saverino autore di un’autorete e del gol che chiude il match

da La Spezia

In un campo reso pesante dalla pioggia lo Spezia trova un Crotone combattivo che solo nella ripresa si arrende ai bianconeri partiti in sordina, ma poi molto concreti. Il primo tempo vede un Crotone coriaceo che attacca e gioca meglio, ma sul finire dei primi trenta minuti è lo Spezia che scopre di avere la grinta giusta e in pieno diluvio trova rete e coraggio.
Nel primo minuto il primo brivido, Guidetti sbaglia un aggancio in area, sull'azione di rimessa Dante Lopez arriva nell'area spezzina ma il suo tipo si infrange sulla traversa. Il gol spezzino arriva al 30’ al termine di una confusa azione in area, seguita ad una punizione, Scarlato in scivolata sull'ennesima respinta di Soviero trova il tocco contro il quale l'estremo del Crotone non può nulla e segna l'uno a zero. Gli ospiti comunque non demordomo e si spingono ancora di più in avanti con Giampaolo e Dante Lopez pericolosi in più occasioni. Cariello su punizione al 44' fa tremare la difesa ma gli spezzini nell'azione successiva non sono bravi a sfruttare lo sbilanciamento in avanti degli uomini di Gustinetti.
Si torna in campo e subito la doccia fredda, come se non bastasse la pioggia, al 53' per lo Spezia. Veron da fuori area raccoglie una palla ribattuta, tira d'istinto e Saverino, nel tentativo di deviare tocca male ed è autogol, uno a uno. Al 64' il Picco grida due volte al gol in pochi secondi: un'azione rapidissima che trova prima una serie di rimpalli, poi una gran botta di Giuliano da fuori area ed il doppio tentativo, in mischia di Russo e Guidetti. Ma è bravo Soviero a difendere la porta del Crotone. È però Saverino che al 71' si fa perdonare l'errore e decide il match, dopo aver recuperato palla e con il destro supera tutti. La partita diventa nervosa, viene espulso Piocelle del Crotone, mentre Soviero inizia una inutile sfida con i tifosi sugli spalti. A dieci minuti dal termine, secondo cartellino rosso per gli ospiti e partita chiusa, nonostante i soliti brividi nel recupero.