Alla Spezia Esselunga batte Coop

A proposito di quanto affermato dal sig. Bruno Cordazzo a pag. 43 del nostro Giornale del 26 u.s., mi permetto di fare qualche precisazione.
Io non dispongo di uffici di statistica e quindi il mio ragionamento si basa solo su riscontri fatti da pensionato che, non arrivando al 20 del mese, cerca di trovare i prezzi migliori senza, se possibile, rinunciare alla qualità. L'affermazione che i prodotti Coop consentano risparmi del 35% mi sembra azzardata se non suffragata da chiari riferimenti a quali altri prodotti. Restando al confronto Coop-Esselunga, i prodotti a marchio Coop e quelli a marchio Esselunga (e sfido il sig. Cordazzo a dimostrare che quelli Esselunga non sono di alta qualità) hanno prezzi praticamente simili.
Se invece facciamo un confronto tra prodotti dello stesso marchio, nella stragrande maggioranza dei casi i prezzi Esselunga sono più bassi, a volte molto più bassi. Se il sig. Cordazzo volesse veramente smentire il vantaggio di servirsi di Esselunga non dovrebbe fare affermazioni generiche, ma produrre una tabella di prodotti dello stesso marchio con i prezzi vendita dei due supermercati.
Io abito nei pressi di una Coop e, se fosse vero che la Coop conviene, non attraverserei la città (La Spezia) per fare la spesa all'Esselunga.
Quanto poi alla mancanza di favoritismi, mi limito a far notare che il sig. Caprotti per entrare in Liguria ha dovuto lottare per oltre dieci anni, con ricorsi e controricorsi, con l'amministrazione di sinistra che nel 94 gli revocò la concessione autorizzata dal Commissario Prefettizio.
In questo decennio di lotte, al termine del quale venne riconosciuto il diritto di aprire il superstore nello stesso sito originariamente previsto, la Coop ha aperto un grande supermercato in via Saffi, un altro nel centro commerciale «Il Faro» e, se non fosse stato per i noti problemi di inquinamento, avrebbe aperto anche un ipermercato nell'area ex IP; scusate se è poco!!! D'altronde, se non ricordo male fu proprio il sig. Cordazzo a commentare che quando qualcuno vuole entrare in casa d'altri deve bussare alla porta; non mi risulta però che la Liguria abbia come secondo nome «Casa Coop»!
Caro Ghironi, lei ha ragione. E crediamo che, per quanto riguarda la spesa, la migliore arma sia scegliere il negozio. Certo è che dove la concorrenza è minore, come in Liguria, i prezzi sono superiori. Si chiama mercato.