Spezia, Federici sindaco per una manciata di voti

Il risultato è rimasto in bilico per tutta la notte. Solo alle 7 di ieri, la prefettura ha pubblicato gli esiti: Massimo Federici del centrosinistra è stato eletto sindaco della Spezia con il 50,9 per cento dei voti, 25.569 preferenze. Ha superato di poco il 50 per cento, soglia per essere eletto al primo turno. Si è arreso, ma con onore, il candidato della Cdl Gianluigi Burrafato che ha ottenuto il 39,2 per cento e 19.698 voti. L’affluenza è stata del 65,2 per cento, leggermente più alta di quella per la Provincia. Marino Fiasella (Unione) è diventato presidente con 57.151 voti pari al 53,1 per cento. Secondo, il candidato dalla Cdl Renato Chironna con 42.807 voti pari al 39,7 per cento. Si andrà al ballottaggio, invece, ad Acqui Terme. Nel comune del basso Piemonte, Danilo Rapetti - sindaco uscente, sostenuto da Forza Italia, lista civica Acqui nostra con Rapetti sindaco, An, lista Acqui bella con Rapetti, Udc, Dc per le autonomie - ha ottenuto il 42,3 per cento con 5.319 voti. Al ballottaggio se la dovrà vedere con Gianfranco Ferraris (Comunisti italiani, Rifondazione, Margherita, Ds, Verdi, Di Pietro Italia dei valori) che si è fermato al 28,2 (3.551 voti). Decisivi saranno i voti andati al primo turno a Bernardino Bosio (Lega e una lista civica), al 21 per cento.