Lo Spezia festeggia la retrocessione

da La Spezia

Lo Spezia saluta la Serie B con una festa. Gadget a go-go, prezzi di curva tagliati di netto dal potenziale socio Antonio Rosati e stadio messo a nuovo dai tifosi che 24 ore prima del match contro il Grosseto - calcio di inizio ore 15, arbitro Pinzani di Empoli - si sono trasformati in una coop di pulizie.
E così anche il giorno più amaro dell'ultimo biennio si trasforma in qualcosa di surreale e di certo da ricordare. La distribuzione dei gadget, oltre 2 mila orologi aquilotti, 1500 libri «Questa è Spezia...» e 700 dvd della promozione 2006 è stata decisa da «Lo Spezia Siamo Noi», la società popolare che detiene il pacchetto di maggioranza dello Spezia. Insomma clima speciale che si rispecchia anche nelle parole del mister Antonio Soda.
«Dobbiamo chiudere con una vittoria, la dobbiamo a noi stessi e ai nostri tifosi. La retrocessione è amara ma noi dobbiamo essere tranquilli, ce l'abbiamo messa tutta, ora bisogna lavorare per ricostruire il futuro». E oggi sarà anche l'ultima partita in maglia bianca di Max Guidetti, capitano-bomber da quattro anni e vero testimonial della promozione dalla Serie C di due anni fa. Questa, infine, una possibile formazione dello Spezia (3-4-3): Dazzi, Tedeschi, Ceccarelli, Fernandez, Gorzegno, Herzan, Romondini, Camorani, Eliakwu, Guidetti, Millesi. Nel secondo tempo spazio a tre baby della Primavera.