Spezia, missione compiuta a Verona

L’ex blucerchiato Corrado Colombo agguanta il pareggio che i bianconeri cercavano. Sfiorato anche il colpaccio

Pareggio, lo Spezia si accontenta e gode. Recupera dopo il vantaggio del Verona, Colombo diventa il protagonista della giornata. Non era facile perché la squadra di Ventura aveva bisogno di punti: gli aquilotti, però, hanno dimostrato cuore e carattere. Bisognava muovere la classifica, missione compiuta.
L'avvio è soft, si parte piano che c'è tempo per andare al massimo. Lo Spezia che vuole il bis, il pomeriggio trionfale con il Bologna deve essere la regola. Il Verona che sogna quell'urlo di gioia, aspettateci che la salvezza è anche roba nostra. Guzman con il telecomando in mano, deve accendere gli aquilotti. Poi ci sono Varricchio e Guidetti in versione Re Mida, quello che tocchiamo deve diventare oro. Loro due subito in vetrina, bella azione al 13'. Biasi, ex rossoblu, libera l'area di casa. Protestano i gialloblù, poco dopo, quando Guarente cade ad un passo da Santoni mentre la punizione di Cutolo finisce a lato. Il Verona tira fuori il petto, adesso comandiamo noi. Iunco e William si presentano dalle parti di Santoni, scusate ma la porta è chiusa anche qui. Doppia occasione di Guarente (29' e 32') nella seconda respinge Confalone con il corpo dalla brevissima misura. Nel finale di tempo lo Spezia alza ritmo e baricentro. Guidetti al 34' diventa Speedy Gonzalez, provate prendermi. Si ferma al limite dell'area e lascia partire un rasoterra che esce di un soffio. Giusto un giro di lancetta e Varricchio sbaglia. Troppo altruismo. L'attaccante bianconero si libera di Sibilano, potrebbe calciare ma decide di innescare Guzman che non ci arriva. Peccato. Ancora Varricchio al 36' con un tiro deviato. E sempre lui non riesce a concretizzare un cross di Saverino. Prima del riposo, sempre Spezia con Guidetti, non sono particolari brividi per Pegolo.
Nella ripresa la partita si scalda, ci sarà da divertirsi. Inciampano gli aquilotti al 15'. Calcio d'angolo di Ferrarese, appoggio corto per Iunco che crossa: l'ex rossoblu Biasi diventa il bomber a sorpresa, la sua scivolata è vincente. Lo Spezia deve inventarsi qualcosa, ci prova con Scarlato che mette a lato di testa. Poi, Soda tira fuori dal cilindro la mossa della giornata. Proviamo con il tridente, fuori Guzman e dentro Colombo. Saranno centimetri preziosi al 67'. Ancora Scarlato (generosissimo) che crossa dalla trequarti, il nuovo entrato sale sull'ascensore, prende la mira e appoggia la sfera dove Pegolo non potrà mai arrivare. Girandola di sostituzioni, adesso la parola d'ordine: mescoliamo le carte e vediamo cosa succede. Ma è lo Spezia e potrebbe centrare il sorpasso in extremis.
Il migliore: COLOMBO VOTO 7 Ci mette pochissimo per entrare in partita. Soda gli chiede il miracolo e lui risponde alla grande, trasformando in rete il cross perfetto di Scarlato. Sarà molto utile al tecnico aquilotto.
Il peggiore: CONFALONE 5,5 Non è al massimo, di solito è una diga invalicabile a centrocampo. Questa volta, invece, soffre un po' troppo davanti alla linea mediana del Verona.