Lo Spezia non dura 90 minuti. E perde ancora

Gli aquilotti in vantaggio dopo il primo tempo vengono raggiunti e beffati poco prima della fine

Enrica Suzzi

da La Spezia

Sfuma a sette minuti dalla fine la conquista, da parte dello Spezia, di un punto nella difficile trasferta di Trieste. Sfuma, nel secondo tempo, il sogno di una vittoria, coltivato dalla mezz'ora del primo tempo quando, con Saverino, gli aquilotti si sono trovati aaddirittura in vantaggio. Ma forse i tre punti sarebbero stati troppo.
Lo Spezia non ripete il miracolo-Marassi, anche se la tattica accorta e prudente stava dando i suoi effetti. Una sola punta, Guidetti, con Alessi a supporto. E poi una diga a centrocampo e in difesa capace di limitare gli attacchi alabardati. Ma alla fine, allo Spezia, rimane solo il vantaggio nel possesso palla. Che non porta punti alla classifica.
C'è rammarico, ovviamente, nel clan spezzino per il punto perso. Ma ci sono ancora elementi che dovranno far pensare il tecnico. Non ultima, la sesta rete subita, in campionato, negli ultimi dieci minuti di gara. Gol che salgono a 9 se si allarga a quindici minuti dal 90' il riferimento. E salgono addirittura a 14 su 16 le reti subite nel secondo tempo. La dimostrazione evidente che, a un certo, punto, la difesa non riesce più a contenere gli attacchi avversari.
A Trieste stava andando tutto bene. Saverino faro e diga a centrocampo, il solito super-Santoni tra i pali, Guidetti a far reparto in avanti. Proprio il centravanti impegna Rossi nell'unica palla-gol capitata. Il portiere respinge come può, Saverino insacca. È il gol del vantaggio, la quarta rete del centrocampista, diventato capocannoniere della squadra. Inizia l'assedio dei giuliani. Ma è nel secondo tempo che si concretizza la rimonta. Piovaccari colpisce un palo, Lima segna in rovesciata, Graffiedi, a sette minuti dalla fine, segna il gol-vittoria, quando gli aquilotti giocano addirittura a cinque in difesa (Maltagliati al posto di Alessi).
Amara beffa, quella dell'ex attaccante del Modena, che fin qui, in undici partite, non aveva mai visto la porta. Spezia alla seconda sconfitta consecutiva. Contro il Crotone, venerdì in anticipo, è sfida salvezza. Soda si dovrà inventare l'ennesima formazione: Gorzegno e Frara, ammoniti, saranno squalificati.