Alla Spezia il nostro paesaggio si specchia nei dipinti del bellunese Ippolito Caffi

Il paesaggio ligure si specchia nei dipinti del pittore bellunese Ippolito Caffi, nella mostra «Caffi a Genova. La percezione del paesaggio ligure a metà Ottocento», che durerà fino a giugno al Teatro Falcone.
Mercoledì alle 18, al Museo del Castello di San Giorgio di La Spezia, è previsto un incontro con i curatori della mostra e del catalogo Giorgio Rossini, soprintendente ai Beni Architettonici della Liguria, e Luca Leoncini, direttore del Museo di Palazzo Reale di Genova. Ai visitatori spezzini viene anche offerta la possibilità di una visita guidata alla mostra sabato con partenza da corso Europa alle13.45: al centro della visita, accanto ai dipinti del Caffi, le opere di Agostino Fossati sul Golfo della Spezia.
A supporto della mostra, il seminario di approfondimento «Caffi a Genova e dintorni» (martedì alle 15 nella Sala da Ballo di Palazzo Reale): i curatori rileggeranno la figura dell'artista veneto alla luce delle linee evolutive della pittura di paesaggio in Liguria e della pittura d'après nature in Europa del Sette e Ottocento.