Spezia, ora è crisi Ko anche a Rimini

Lo Spezia chiude con una sconfitta 2-1 a Rimini un 2006 che ha saputo regalare grandi soddisfazioni con la vittoria del campionato di C1 e della Supercoppa di serie C ma ora è davvero crisi anche perchè alla gara odierna gli aquilotti si presentavano con una situazione infortunati davvero pesante.
Soda manda in campo una formazione inedita con Giuliano e Zamboni centrali difensivi, in mezzo al campo affida la manovra a Grieco, Saverino e Confalone con Frara e Baù sugli esterni e con Russo unica punta.
Al 3° minuto di gioco ancora Gorzegno, dopo la gara col Lecce, si rende protagonista sbagliando un facile appoggio per il portiere Santoni innescando così Baccin il cui cross viene toccato con una mano da Zamboni: per l'arbitro è calcio di rigore.
Dal dischetto si presenta Jeda che non sbaglia. Sul finire del primo tempo azione tutta in velocità Moscardelli-Valiani con quest'ultimo che entra in area e con un tocco sotto supera l'estremo spezzino chiudendo di fatto il match.
Nella ripresa, complici anche i correttivi apportati in corsa dal tecnico ligure con le entrate di Alessi, Guidetti e Dionigi, lo Spezia rientra, seppur tardivamente, in partita accorciando le distanze a dieci minuti dalla fine con Confalone che sfrutta al meglio un cross dalla sinistra di Baù insaccando con un preciso colpo di testa.
Negli ultimi minui Dionigi in un paio di circostanze potrebbe regalare un pari insperato, ma in entrambe le occasioni manca di pochissimo il bersaglio.
La prossima gara di campionato è fissata per venerdì 12 gennaio 2007 al 'Picco' con il Piacenza capolista. Una ulteriore sconfitta potrebbe significare davvero l’apertura della crisi in casa spezzina.