Lo Spezia prepara lo sgambetto al Grifone

da La Spezia

Ultimo turno di campionato e Spezia che cerca i tre punti contro il Ravenna. Non tanto per pensare al sorpasso, qualora il Genoa non dovesse vincere col Teramo, quanto per confermarsi al secondo posto e battere il «personale» record di punti al termine di un girone di andata. Spezia caricato a mille dalla vittoria sul Padova e pronto ad affrontare una formazione in salute, dopo il successo di Novara. Il campo ravennate, a dire il vero, non è tradizionalmente amico: al «Benelli» gli aquilotti hanno centrato solo tre vittorie in quindici incontri. L'ultimo successo risale al 1994/1995. Ancora in dubbio, il tecico Antonio Soda, se utilizzare o meno il portiere Rotoli, l'unico fin qui sempre presente alla pari di Guidetti. Il numero uno ex Sanremese è rimasto ferito domenica scorsa in un o scontro con il veneto La Grotteria, riportando una ferita al ginocchio medicata con quattro punti di sutura. Rotoli proverà a stringere i denti. In alternativa, possibile esordio di Locatelli. Nel Ravenna sicura assenza degli squalificati Pizzolla e Pisacane e dell'infortunato Clementini, un ex. Altri ex aquilotti sono Anzalone, Giraldi e Zamboni. La probabile formazione: Rotoli tra i pali; Bianchi, Fusco, Maltagliati e Addona in difesa; Ponzo, Grieco, Alessi e Padoin a centrocampo; i superbomber del campionato Varricchio e Guidetti, nove reti a testa, in avanti. Nonostante la distanza, e il turno infrasettimanale, dovrebbero essere almeno 200 i tifosi spezzini al seguito.