Lo Spezia rimonta con Guidetti

Alberto Vignali

Si chiude sull'uno a uno il match tra il Brescia e lo Spezia. Al Rigamonti si scontrano due formazioni a caccia di punti importanti con i Liguri che scontano molti problemi di organico. Ad aprire le danza sono i locali, ma alla fine il pareggio dei liguri è meritato: lo Spezia nel secondo tempo ha infatti creato tantissimo, compensando l'azione concreta fatta dai locali nella prima mezz'ora.
Lo Spezia soffre nella prima frazione, ma poi, con l'ingresso di un ritrovato Russo, si rende più volte pericoloso dalle parti di Viviano. Alla fine saranno cinque tentativi di segnare per parte, cinque corner per parte ed anche due ammonizioni e tre sostituzioni per parte. Un match decisamente equilibrato.
Nemmeno un minuto e lo Spezia va sotto. Gran tacco di Mannini per Possanzini che con il destro insacca. Il Brescia ci riprova al 6' facendo molta paura. Cross dalla sinistra di Possanzini, Stankevicius controlla e cerca di mettere in mezzo, ma Scarlato devia di testa e protegge la porta bianconera. Al 12' è Zampilla che prova la difesa spezzina con un bel tiro che richiede una grande parata di Santoni. Una buona occasione per i liguri al 35' con traversone scaturito da un angolo. Batti e ribatti con un recupero in acrobazia di Guidetti, poi il tiro debole di Scarlato che non impensierisce Viviano. Lo Spezia potrebbe accorciare al 53', ma la possibilità sfuma. Grande azione di Baù che salta Zambelli, mette in mezzo, nessuno ci arriva. Solo pochi minuti ed il Brescia, siamo al 67' si fa pericoloso. Cross di Cerci dalla sinistra, la difesa aquilotta si difende bene, la sfera sui piedi di Hamsik che prova il tiro, Confalone respinge. Nell'azione di rimessa lo Spezia allora ci riprova. Palla filtrante di Alessi per Guidetti che prova subito il tiro, angolato a fil di palo, esce di un soffio. Lo Spezia ci crede ancora di più. Siamo al 72', Frara tira, Viviano blocca in due tempi ed il Brescia si sente assediato.
Al 79' il goal del pareggio. Punizione quasi alla bandierina per lo Spezia, Alessi mette in mezzo e Guidetti da fuori area con un rasoterra di sinistro batte Viviano. I locali ci credono ancora all'88'. Punizione dal limite a favore del Brescia, Cortellini sulla palla, ma il tiro è deviato.
Il pareggio, insomma, accontenta un po' tutti. Alla fine soddisfazione speciale per Massimiliano Guidetti (111 gol in carriera) che è l'uomo della giornata e che raggiunge con un sinistro molto bello il vantaggio che il Brescia aveva ottenuto dopo 64 secondi ipotecando una difficile partita. Era dal 29 gennaio del 1950 che lo Spezia non segnava a Brescia, l'ultimo fu Pozzo su rigore, ed era dal 21 marzo del 1948 che nella stessa città non raccoglieva punti.