Alla Spezia la spesa più conveniente d’Italia

Una buona notizia, a sorpresa per i consumatori liguri. Finora erano abituati a sentirsi ripetere che gli ipermercati e i supermercati dove quotidianamente fanno la spesa sono i più cari d’Italia. Genova, in particolare, ha sempre vantato primati non certo esaltanti, dovendo tra l’altro fare i conti con quello che è di fatto quasi un monopolio nella gestione degli iper. L’unico marchio presente, quello Coop, non avendo concorrenti, può comunque sentirsi meno «pressata» nella propria politica dei prezzi. Ora invece arriva la notizia che la città più conveniente d’Italia per la spesa è La Spezia, dove si risparmiano 1.300 euro in un anno sulla media nazionale (6000 euro l’anno). Come termine di paragone, Milano è al dodicesimo posto (risparmio di 775 euro) e Roma solo trentaduesima con 431 euro di risparmio.
Le cifre e la classifica sono state rese note da «Altroconsumo» che ha curato la ricerca. Alla Spezia il supermercato più conveniente è Esselunga, che proprio nel levante ligure riesce a contendere alla Coop un ruolo forte nel settore. Ed è probabilmente proprio la caccia a conquistare più clienti possibile che contribuisce al ribasso dei prezzi nello Spezzino, dove i principali marchi non possono correre il rischio di aumentare troppo la richiesta per quei prodotti che potrebbero essere acquistati con minor spesa nel supermercato accanto.
Nell’indagine annuale di Altroconsumo, realizzata su un campione di 931 punti vendita in 66 città italiane, la maglia nera per i prezzi dei supermercati spetta a Foggia e Palermo. E se si scorre la classifica dei supermercati più convenienti, al primo posto si piazza la catena che fa capo a Bernardo Caprotti, Esselunga, che anche nel 2009 risulta essere il gruppo della grande distribuzione con i prezzi più competitivi del Belpaese. Seguono Panorama, Bennet, Iper e Carrefour. Pertanto, il punto vendita Esselunga di La Spezia conquista la medaglia d’oro di negozio, in assoluto, più conveniente in tutta Italia.