Spezia sull’orlo del baratro

Terza sconfitta consecutiva e lo Spezia affonda. Il Grosseto vince 3 a 0 e spinge gli aquilotti in piena zona retrocessione con lo spauracchio di assistere a una settimana di saldi.
La «smobilitazione» della squadra bianca, ieri tenuta in piedi dai «Primavera», potrebbe essere questione di ore.
A Grosseto i baby di Soda reggono solo un tempo. Al 41' una girata di Lazzari porta in vantaggio il Grosseto. I toscani raddoppiano al 9' della ripresa con Graffiedi bravo a finalizzare una verticalizzazione di Consonni. Chiude il conto Moro al 40'.
Lo Spezia non si vede. Solo un tentativo di Guidetti al 19' del secondo tempo respinto da Bressan. Proteste per un fallo in area su Guidetti al 25'. Soda protesta e l'arbitro lo espelle. Intanto non ci sono novità sul fronte societario. La pista che porta a Antonio Di Mascio è sfumata. La richiesta di Giuseppe Ruggieri sarebbe stata giudicata davvero troppo ingente dall'imprenditore campano.
DAZZI: 6. Lo aspettano mesi difficilissimi. La sua prima stagione in Serie B rischia di trasformarsi in una drammatica via crucis per i campi dello Stivale. A Grosseto ci mette grinta e tanto sangue freddo. Ma non bastano. Tre gol sono troppi per lui.
BARABINO: 6. Il baby difensore fatto in casa gioca un tempo e spiccioli. Tanta emozione e un errore in chiusura che viene tamponato dai compagni (dal 19' s.t.: SAVERINO s.v. entra a gara già pregiudicata).
CECCARELLI: 5.5. Bell'intervento su Graffiedi al 6' del primo tempo. Colpevole come tutta la difesa sul due a zero che chiude la gara.
TEDESCHI: 5. Esordio senza acuti. Anche lui paga una giornata difficilissima.
BIANCHI: 5. Soda lo mette a sinistra. Si busca un'ammonizione.
BISO: 5. Troppo poco.
Manzoni: 5.5 sfuma nel grigiore generale (22' s.t. ELIAKWU: s.v. L'uomo degli ultimi minuti questa volta non si vede).
DEL PADRONE: 6.5. Altro baby e sufficienza piena per la grande grinta. Primo tempo da mettere in cornice e dividere con i compagni di studi (10' s.t. COLOMBO: 5.5 entra e si vede subito. Punge ma si spegne con il resto del gruppo).
PADOIN: 5.5. L'uomo dei miracoli questa volta non può fare nulla
DO PRADO: 5. Non c'è: qualche tocco e poi solo una presenza in più.
GUIDETTI: 6. Il capitano ci mette sempre il suo guizzo e arriva anche a trovare la via per mettere in difficoltà il portiere Bressan. La sua lampadina, l'unica, non basta. Gioca da solo.
All. SODA: 6. Lascia il campo per proteste. Pretende un rigore che l'arbitro non concede. Segno che lui ci crede sempre anche se la nave è in alto mare. Lo aspetta una settimana da brividi.