Spezia-Verona alle 19 di venerdì

da La Spezia

È data definitiva. Spezia-Verona, sfida di andata per i play-out, si giocherà ufficialmente venerdì 15 giugno alle ore 19, come stabilito dalla Lega. Lo Spezia non chiederà lo spostamento della gara a domenica 17. Da Verona vi sono già 3.000 richieste di biglietti da parte della tifoseria scaligera, ma ne saranno disponibili soltanto 2.000.
Il giorno dopo, il cuore e le sensazioni dei tifosi spezzini sono ancora più forti. «Abbiamo visto l'inferno», dirà Soda alla fine. E la vittoria ha chiuso molte polemiche. Ed ora la testa è già verso un play out durissimo con il Verona, che ha giocato l'ultima gara vera con il Napoli e che resta però una delle formazioni più in palla del momento. Anche se resta l'incognita Arezzo. Ieri l’amministrazione comunale della città toscana, «con l’intento di tutelare la città e la squadra», ha fatto sapere che sta valutando «l’opportunità di interessare l’Ufficio indagini della Figc», a proposito della sorprendente vittoria dello Spezia a Torino contro la Juventus che ha condannato l’Arezzo alla serie C (è però ancora pendente la decisione del Tar sui punti di penalizzazione inflitti al club per le vicende di Calciopoli). «Quanto accaduto ieri - si legge in una nota del Comune - va contro i valori di lealtà, correttezza e rispetto. Ai giovani è stato inviato un segnale negativo, l’ antitesi della sportività. Per questo motivo il Comune si rivolgerà alla Figc sollecitando azioni che garantiscano la perfetta regolarità del campionato». Stessa linea del presidente aretino Piero Mancini che attende la decisione del Tar sperando di riacquistare 6 punti di penalizzazione. «Nonostante tutto sono fiducioso. Non nei presidenti e nel mondo del calcio - precisa Mancini - ma nella giustizia ordinaria e confido che i giudici del Tar restituiscano i punti che la giustizia sportiva ci ha ingiustamente tolto».
In una giornata di festa, parliamo di domenica, per gli spezzini si è sommata un'altra "festa" altrettanto a sorpresa. Si tratta di quella che è esplosa nel borgo di Porto Venere, un po' a nome di tutto il Golfo dei Poeti, per salutare il mister campione d'Europa Carlo Ancelotti. L'invito, fatto al mister da alcuni amici, è stato una vera e propria trappola, infatti appena arrivato in piazza, era il giorno del suo compleanno, dal nulla sono sbucati alcune decine di invitati e di supporter tra fumogeni rossi e palloncini hanno dato il benvenuto all'allenatore per poi andare tutti a cena in un locale del borgo.