Lo Spezia in vetta per un giorno

Soda secondo in classifica

Enrica Suzzi

da La Spezia

La nota più positiva è l'integrazione dei nuovi acquisti. Groppi che segna addirittura un gol, Giuliano che tiene i novanta minuti con grande personalità, Ciarcià che porge l'assist vincente a Varricchio. Lo Spezia è tornato in vetta, almeno per un giorno visto che la Caf ha restituito tre punti al Grifone. Però ci sono anche gli aspetti positivi: una formazione, quella degli aquilotti, che continua a predicare umiltà: mister Soda ricorda sempre «che i nostri obiettivi a inizio stagione erano quelli di fare una stagione buona, non così strepitosa» e quindi ogni risultato viene accolto con l'entusiasmo dovuto, senza troppa eccitazione. Spezia che contro la Pro Patria onora nel miglior dei modi il suo centesimo compleanno (che si festeggia proprio a gennaio) e si riprende dopo lo scivolone dell'ultima giornata di andata, a Ravenna, quando aveva dato il peggio di sè. Il successo con la Pro è stato meritato, ma sofferto. Tutto a causa di un clamoroso errore di Beppe Alessi, solitamente straordinario assist-man per Guidetti e Varricchio, domenica al «Picco» capace di regalare un pallone all'attaccante avversario Temelin. Lo rivedremo certamente a «Mai dire gol» questo retropassaggio da cinquanta metri capace di mandare in vantaggio gli ospiti. Il danno di Alessi non è stato tanto numerico quanto psicologico: la squadra è andata in crisi, infatti, e per fortuna ci ha pensato il neoacquisto Groppi a pareggiare. Nella ripresa partita a una porta. Soda cambia tattica, fuori Alessi e lo stesso Groppi, molto stanco, dentro Ciarcià e Guariniello: il 4-4-2 è vincente. Anche perché Max Varricchio si regala il decimo gol stagionale. Che vale la prima posizione. Il sogno degli aquilotti continua. E per domenica prossima si annuncia una trasferta lunghissima e difficile a Salerno. «Il nostro torneo si gioca domenica dopo domenica - afferma Soda - non dobbiamo farci prendere dalla frenesia di stare lassù. Giochiamo con calma. I conti, lo sapete, li faremo soltanto alla fine». Intanto il presidente Ruggieri pensa ancora al mercato: è praticamente fatta per Gorzegno dell'Albinoleffe, più difficile arrivare a Stancanelli del Cittadella.