Lo spezzino Gatti: «La Rai è faziosa»

È inaccettabile che il servizio pubblico esprima giudizi così palesemente faziosi e di parte come quelli andati in onda nell'edizione pomeridiana del TG3, che rischiano oltretutto di giustificare e incentivare i comportamenti delle frange più violente della tifoseria genoana. La redazione ligure della RAI è a Genova, ma anche gli spezzini pagano il canone e hanno il diritto di non subire servizi-spazzatura come quelli trasmessi oggi pomeriggio (ieri per chi legge ndr) sulla situazione del campionato di C1.
Oggi stesso scriverò al Direttore Generale della RAI Alfredo Meocci e al Direttore della TGR Angela Buttiglione chiedendogli di intervenire per obbligare la redazione genovese del TG3 ad una maggior serenità di giudizio in vista del big-match del Picco.
Al Sindaco Pagano e alle altre autorità cittadine rivolgo, al di là delle divisioni di parte, un appello a fare altrettanto per tutelare l'immagine della nostra Squadra e garantire che la partita del 2 aprile si svolga in un clima di correttezza e senza forme di pressione indebita sull'arbitro e sugli organi federali, come rischia invece di avvenire se dovesse continuare il ritornello informativo partito sulla televisione di Stato.
Il pezzo di oggi sembrava più lo sfogo di un tifoso deluso che un esempio di professionale informazione giornalistica. Gravissima e irresponsabile, oltre all'assurda tesi del complotto che ha aleggiato in tutto il servizio, è stata soprattutto la frase finale con cui il «giornalista» ha concluso il suo sproloquio, affermando testualmente che «qualcuno in Lega evidentemente non si rende conto di come questa decisione possa ulteriormente surriscaldare il clima già incandescente della partitissima del 2 aprile». Un modo neanche troppo elegante per «giustificare» e incentivare le tensioni e la violenza.
Con buona pace degli «ultras» di RAI 3 se lo Spezia è primo in classifica lo deve esclusivamente ai meriti conquistati sul campo e non certo a complotti o a volontà nascoste delle alte sfere del calcio. Invece di sminuire i meriti altrui, i genoani se la prendano con i propri dirigenti e con le scorrettezze e le ingenuità di cui si sono resi palesemente responsabili in questi anni.
capogruppo
di Alleanza Nazionale
in Comune alla Spezia