Le spiagge vip non rendono: affitti a prezzi stracciati

Spiagge extra-lusso per i vip in affitto a canoni irrisori. A sollevare, ancora una volta, lo scandalo dei canoni demaniali è la Corte dei conti, che nel giudizio sul rendiconto generale dello Stato ha citato l’esempio di un’indagine della procura regionale del Lazio, conclusasi con una citazione per 1,369 milioni di euro, a carico di un ex assessore accusato di varie omissioni. «Anche nel 2007 - si legge nei volumi contabili - si sono ancora registrati casi di canoni troppo bassi per concessioni di spiagge di lusso come Sabaudia, Sperlonga, Fregene e Minturno». Secondo i giudici della Corte «l’adeguamento dei canoni marittimi e di riscossione coattiva, con il previsto piano di 10mila ispezioni e di rafforzamento della sorveglianza, dovrebbe contribuire ad aumentare il livello delle entrate».