In spiaggia anche il libro può mandare sms

Sul litorale di Fregene e Maccarese sono comparsi venditori ambulanti di... cultura

Valeria Arnaldi

Estate, tempo di viaggi: in barca, aereo, auto, ma anche in «carta e inchiostro». Lo sanno bene i romani che, pure sotto l’ombrellone, si confermano i lettori più numerosi del Lazio, al secondo posto nelle graduatorie italiane. Secondo le stime dell’Associazione italiana editori, a fine stagione ogni romano avrà letto in media 4-5 libri. Le donne più degli uomini, con un divario del 10 per cento. Discontinua l’attenzione dei giovani, che prediligono autori stranieri, «il re del brivido» Stephen King in testa. Se le letture da spiaggia sembrano una costante delle vacanze capitoline - a dimostrarlo, l’innovativa presenza di molti venditori ambulanti di libri a Fregene e Maccarese - varia è la scelta dei titoli, soggetti alla moda. Thriller e fantasy i generi più in voga. Dominano gli stranieri, a patto che seguano le orme di Dan Brown del «Codice da Vinci» e di «Angeli e demoni». «Brown ha lanciato la moda del romanzo fanta-storico - dice Enrico Iacometti, vicepresidente dell’Aie - ma piacciono molto anche i gialli nostrani, ispirati a fatti di cronaca». Si spiega, quindi, il grande successo di «Crimini» (Einaudi), antologia noir che vanta, tra gli altri, testi di Niccolò Ammaniti, Andrea Camilleri, Giorgio Faletti e Carlo Lucarelli. La novità del 2005 è che «i romani - secondo Marcello Ciccaglioni, presidente del gruppo Arion - cercano sinergie tra testo, musica e video, ma anche nuovi modi di guardare la città». Sì, dunque, a «Isole», guida romana di Marco Lodoli (Einaudi), «Roma capoccia» (DeriveApprodi), antologia di racconti scritta da autori, attori e personaggi noti della capitale, ma anche - e ancora - «Tre metri sopra il cielo» di Federico Moccia (Feltrinelli), ambientato ai Parioli. Piace molto l’abbinamento del libro con cd o dvd, sempre più spesso scelto da autori e case editrici. Se il videodocumentario ben si adatta all’accostamento con la saggistica, la musica conquista giovani e giovanissimi. Libro e dvd per Vasco Rossi che in «Vasco. Le mie canzoni» (Mondadori) accosta a testi e appunti sulle sue hit, un dvd con videoclip realizzati dal 1990 al 2004. Appunti e ricordi dal ’74 ad oggi per Claudio Baglioni che si racconta «Senza musica» (Bompiani). Di fantasia, invece, il thriller surreale di Bruno Lauzi, «Il caso del pompelmo levigato» (Bompiani). Le donne per l’estate si regalano la seduzione di un amore da romanzo. In testa, Isabel Allende con «Zorro» (Feltrinelli), racconto dell’infanzia e adolescenza del tenebroso quanto eroico spadaccino. Al secondo posto, le atmosfere spirituali di Paulo Coelho, «Lo Zahir» (Bompiani). Grande interesse anche per «La donna dello scandalo» di Zoe Heller, storia d’amore tra un’insegnante quarantenne ed il suo allievo adolescente (Bompiani). I libri vengono utilizzati anche per inviare messaggi. Sembra, infatti, che soprattutto tra i giovanissimi siano diventati un’arma di seduzione. Per questo, molte letture da spiaggia vengono scelte in base al titolo - che dia un messaggio chiaro ai vicini, e alle vicine di lettino - anche se, per lo più, la scelta si effettua in base al passaparola. L’estate è, quindi, il momento prediletto dai romani per dedicarsi alla lettura, ma anche alla scrittura. Impossibile quantificare la mole di manoscritti ricevuti dalle case editrici capitoline, dei quali solo il 10 per cento sarà pubblicato. «Sono per lo più testi di narrativa e poesia scritti da donne - dice Enrico Iacometti -. L’età degli autori? Fino a 90 anni, ma ormai anche i ventenni hanno un loro romanzo nel cassetto».