Spie e mazzette Indagato giornalista tv

Un’investigatrice privata, due commercialisti e un funzionario dell’agenzia delle Entrate di Rho sono stati arrestati per essere entrati abusivamente nella banca dati informatica dell’Agenzia. Mentre i commercialisti ottenevano trattamenti di favore per i loro clienti (pagavano tangenti ad alcuni ispettori per annullare le cartelle esattoriali) la detective otteneva informazioni riservate da inserire nei suoi dossier. Indagato il giornalista Davide De Zan, che «spiava» i redditi del suo collega Alessandro Piccinini conduttore di «Controcampo» e Paolo Ziliani caporedattore a Mediaset: una vicenda su cui - secondo quanto si apprende nei corridoi di Cologno Monzese - i vertici Mediaset intendono fare chiarezza. De Zan si è già chiarito con i due, spiegando loro che non era sua intenzione spiarli.