Lo spiedo record di Matteo Breda

Giovedì prossimo, 31 maggio, la Cantalupa della famiglia Cerea a Brusaporto, 035-681024, ospita un evento di una golosità che ha molto dell’antico: il bue grasso alla brace, «serata a bordo piscina completamente a buffet» bagnata dalla birra Chouffe e con protagonista «il vero bue piemontese frollato due mesi da Sergio Motta», macellaio a Inzago (Milano), 02-9549220. Carne superba, in pratica piatto unico, prima giusto alcuni antipasti, poi frutti gelati, prezzo fisso 90 . Quello che rende questo appuntamento diverso da milioni di altre grigliate è lo spiedo di Matteo Breda, ex cuoco, folgorato sulla via della carne ai ferri. Ha infatti creato una macchina capace di arrostire al suo interno fino a cinque quintali di carne, un intero anteriore di manzo o bue, qualcosa come 1.500 porzioni. A seconda dei tagli, lo spiedo gira da un minimo di dieci ore a un massimo di 24.