Spietata con Moro, tenera con la rom

Alissa ha 18 anni, è una ragazza di origine rom che sconta in carcere una pena di due anni per furto. Quando uscirà non vorrà più tornare al campo nomadi dove vive la sua famiglia (che l’ha indotta al consumo di eroina e cocaina quando aveva dieci anni). «Voglio essere come voi» rivela in carcere alla sua interlocutrice, un’italiana. Un’italiana che invece anni fa decise che non voleva essere come tutti gli altri italiani: si tratta dell’ex «primula rossa» delle Br e leader della colonna romana Barbara Balzerani, che ha racchiuso nell’editoriale di prima pagina di ieri de Gli Altri il suo incontro con Alissa e le sue considerazioni sulle politiche inumane che l’Italia riserva ai rom. Benissimo. Fa specie però che un’espressione tale di solidarietà e misericordia provenga da una terrorista spietata, che prese parte al sequestro Moro e, unica donna, alla strage di via Fani.