Spinelli punta sul distripark

Il distripark di Cornigliano è ancora futuribile, ma comincia a far gola, e l’imprenditore Aldo Spinelli sembra deciso a non perdere l’occasione per bruciare sul tempo gli eventuali concorrenti: ieri il presidente genovese del Livorno Calcio ha presentato un’offerta all’Autorità portuale - letteralmente: un'istanza di concessione - relativa allo spazio di movimentazione e manipolazione delle merci da realizzare nell'area di 144mila metri quadrati lasciata libera dalle Acciaierie. Lo ha annunciato il presidente di Palazzo San Giorgio, Giovanni Novi, al termine della riunione di ieri del comitato portuale: «Si tratta di una richiesta ufficiale molto ben congeniata, è molto interessante - ha commentato Novi -. Apriremo un' istruttoria e daremo pubblicità alla richiesta il che significa metterla in gara». L'organo deliberativo dell'Authority genovese ha ridefinito gli investimenti da effettuare nel corso dell'anno, tenendo conto dell'articolo della legge Finanziaria che impone un tetto di aumento al 2 per cento. In particolare, andranno avanti il «tombamento» di Calata Bettolo, la ristrutturazione di Ponte Parodi e, soprattutto, la costruzione del sesto bacino di carenaggio che sarà lungo 350 metri e largo 65 (un investimento da 90 milioni di euro). Nel corso della riunione del Comitato, si è avuta anche conferma che Palazzo San Giorgio, in occasione del 60° anniversario della Costituzione, ospiterà dal 1° giugno una mostra inaugurata da Ferdinando Casini, nella veste di presidente della Fondazione della Camera.