Spinello mortale, via libera al kit antidroga

Il kit antidroga del Comune piace anche a Livia Turco. Che ne parla il giorno dopo la morte di Dario, il quindicenne di Paderno Dugnano trovato senza vita dopo aver fumato uno spinello nei corridoi della scuola. «È una proposta - le parole del ministro della Salute - che valuto con un certo interesse. Bisogna fare in modo che si arrivi a un consumo nullo delle droghe».
«Bene, con la droga ci vuole la linea dura», incassa soddisfatta l’assessore Carla De Albertis che annuncia l’invio di 34mila lettere alle famiglie di Zona 6 (Porta Genova, Barona, Giambellino e Lorenteggio) con il coupon per ricevere in farmacia il test da fare ai figli, ma anche una relazione del Centro antiveleni di Niguarda con la descrizione di effetti e conseguenze delle sostanze stupefacenti. Più strumenti al governo per combattere la piaga chiede Mariolina Moioli. «Per evitare che ci sia il problema si dice “raddoppiamo la dose” e che le droghe leggere non sono pericolose. Tutte storie».