Dalla spinetta al violoncello

In Fine line suona la spinetta Baldwin, At the mercy è un’esibizione di grand piano e violoncello, ma il tocco di classe è in Follow me dove la chitarra acustica ha proprio il tono e il tocco texano del country. In Chaos and creation in the backyard, Paul McCartney è diventato una «one man band», un uomo orchestra e ha suonato quasi tutti gli strumenti, salvo gli archi (del Millennia Ensamble) e talvolta la batteria (in At the mercy c’è James Gadson). «Non volevo realizzare questo album di corsa. Provavo qualcosa e se non andava bene provavo qualcos’altro. Era come costruire un go kart in giardino».