Spini sindaco, è già corsa alle firme

In pochi giorni già trecento adesioni appoggiano a Firenze la candidatura di Valdo Spini (nella foto) sindaco. Se tutto andrà bene infatti l’ex esponente socialista sarà uno degli sfidanti per Palazzo Vecchio. Abbiamo detto uno dei contendenti perché Spini, pur essendo di ispirazione progressista, non sarà espressione della Sinistra, che nominerà un proprio alfiere. Intanto il figlio del celebre storico, di confessione valdese, ha già tratteggiato un abbozzo di programma: rivalutare Firenze come capoluogo dell’arte. Il primo passo? Fare delle ex Officine Galileo, il polo del meccanotessile, un luogo di produzione artistica per fiorentini e non. Tra i firmatari a sostegno di Spini anche la vedova di Luciano Berio compositore recentemente scomparso.