Spionaggio su Tremonti Procura apre un fascicolo Sarà sentito il ministro

La procura di Roma ha aperto una inchiesta rispetto alla
presunta attività di spionaggio subita dal ministro dell’Economia

Roma - La procura di Roma ha aperto una inchiesta rispetto alla presunta attività di spionaggio subita dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti. Secondo quanto si è appreso a piazzale Clodio il fascicolo è stato aperto come "atti relativi a...", secondo il cosiddetto "modello 45", fatti non costituenti reato. Gli inquirenti hanno intenzione di sentire lo stesso Tremonti, per poter capire quale strada di accertamenti intraprendere.

La rivelazione di Tremonti Era stato il ministro, nei giorni scorsi, in un'intervista a Repubblica a rivelare di essersi sentito osservato e controllato, quando era a Roma. Da qui la scelta di andare a vivere nella casa messa a disposizione dal suo collaboratore Milanese. Il passaggio istruttorio potrebbe non esser compiuto a breve. Tremonti potrebbe essere ascoltato dopo l’estate. Le verifiche dei magistrati saranno coordinate dal procuratore capo della capitale, Giovanni Ferrara. In merito alla possibile convocazione degli uomini della scorta di Tremonti i pubblici ministeri smentiscono le ipotesi fatte da alcuni organi di stampa: "Questa ipotesi non è assolutamente in programma".