Splendida camelia, il fiore della nobiltà in esposizione sul lago Maggiore

Simbolo di immortalità, originaria del Giappone e della Cina sud-occidentale, la camelia ha trovato sulle sponde del lago Maggiore un perfetto habitat di adozione. Fiore prediletto dall'aristocrazia e dall'alta borghesia dell'Ottocento, non poteva trovare miglior ambientazione per l'annuale e più antica rassegna di camelie d'Italia, di una riviera eletta da nobili famiglie a luogo di villeggiatura. È infatti l'ottocentesca Villa Rusconi-Clerici, affacciata sulle acque del golfo Borromeo nella frazione di Pallanza, ad accogliere nel suo giardino all'inglese digradante verso il lago oltre duecento varietà di camelie provenienti dalle più importanti collezioni. Alla raffinata esposizione, che si inaugura sabato alle 10.30 con la presentazione della camelia Secondo Casadei e le danze di ballerini in costume tradizionale, si affiancano la mostra mercato di acidofile, la vendita di prodotti cosmetici e di libri a tema floreale, la degustazione del tè (sabato e domenica alle 16) e per i bambini, nel pomeriggio di entrambe le giornate, un laboratorio di giardinaggio. In programma, a cura del comune di Verbania, anche visite guidate gratuite alle collezioni di camelie di Villa Anelli a Oggebbio Gonte e a Villa San Remigio di Pallanza (prenotazione obbligatoria, info 0323.503249).
Un pizzico di storia e frivolezza nella mostra a tema di quest'anno: Cappelli & Camelie, viaggio nel mondo del cappello sulla via della camelia. Dai copricapo asiatici, alle bombette, ai cappelli floreali delle signore del Novecento, fino ai modelli più recenti. Verbania-turismo.it.