Gli splendori del giovane Mendelssohn

Seminario di studi il 4 e 5 dicembre a Perugia, in occasione del bicentenario della nascita del grande compositore tedesco

Nel secondo centenario della nascita (1809-2009) di Felix Mendelssohn Bartholdy tutto il mondo si appresta a celebrare il grande musicista del primo romanticismo tedesco, il creatore della «Sinfonia Italiana». Nel nostro italico piccolo il 4 e 5 dicembre il Conservatorio di musica F.Morlacchi di Perugia, in collaborazione con l'Istituto storico germanico di Roma e con il patrocinio della SIdM, organizza un interessantissimo convegno di studi dedicato agli anni giovanili del musicista. Il convegno dal titolo «Il giovane Mendelssohn» a cui parteciperanno Wulf Konold, Paola Maurizi, Leonardo Miucci, Costantino Mastroprimiano, Jacopo Pellegrini, Guido Salvetti, Giorgio Sanguinetti, Francesco Scarpellini Pancrazi, Christian-Martin Schmidt, Maria Grazia Sità, Pietro Zappalà, intende affrontare la produzione e l'attività di Mendelssohn fino al 1829. Le relazioni tratteranno dunque la formazione musicale, le fonti, i diversi generi musicali cui Mendelssohn si dedicò in quegli anni (Singspiele, sinfonie, musica da camera, musica per pianoforte e per organo, Lieder, musica corale ecc.), la preparazione della Passione secondo Matteo di Bach, i maestri di Mendelssohn (Berger, Zelter ecc.) e le attività musicali della famiglia Mendelssohn in quegli anni (in particolare le sorelle Fanny e Rebecka e il fratello Paul). A conclusione del convegno si svolgerà un seminario del compositore Alessandro Solbiati, che illustrerà la sua recente Sonata Felix per violino e pianoforte (Milano, Suvini Zerboni, 2005), basata su una inedita esposizione di sonata mendelssohniana risalente al 1823. Nei giorni del convegno verranno eseguite composizioni giovanili di Mendelssohn, fra cui il Quartetto con pianoforte in re minore. Immancabile.