La spocchia sinistrese ostacola la democrazia

Caro Granzotto, basta parlare di Obama, concentriamoci un po’ sui fatti di casa nostra. Cosa sta succedendo alla nostra democrazia? Possibile che non ci sia il modo di avere una maggioranza che governa e una minoranza che fa un’opposizione costruttiva? Possibile che la politica si sia miseramente ridotta alla semplice ricerca del consenso per cui è diventata pettegolezzo di cortile o attacco personale e il più delle volte degno del rotocalco scandalistico? Possibile che quando il governo vara una serie di provvedimenti, dalla riforma della scuola alle grandi opere, dal piano casa alla modifica del bicameralismo perfetto la sinistra, che pure si dice e si presenta nel simbolo come «democratica», non sappia rispondere che con gli improperi o convocando l’Onda nelle piazze? Non era la sinistra la paladina del dialogo e del confronto? La serena accettazione dell’alternanza al potere, l’opposizione costruttiva e alla bisogna compiacente nell’interesse generale, fondamenta stessa della democrazia, non hanno diritto di cittadinanza, da noi. Lei ne conosce il perché?