Lo spoil system non è uguale per tutti

Il Tar ha ieri respinto i ricorsi presentati da quattro ex direttori generali delle Asl e delle aziende ospedaliere di Roma che avevano chiesto di sospendere la nomina dei nuovi manager decisa dalla giunta Marrazzo. Una sentenza che spinge i ricorrenti a ricorrere al Consiglio di Stato, che indigna il centrodestra e fa esultare il centrosinistra, che vede legittimato il colpo di mano di Ferragosto con cui Marrazzo aveva rimosso i direttori generali delle Asl. Ma anche una sentenza in qualche modo contraddetta da un’altra sentenza di ieri di un altra sezione del Tar, che ha accolto il ricorso presentato da Salvatore Ladaga, presidente dell’Asap, agenzia regionale, avverso la sua rimozione. Insomma, sui limiti dello spoil system urge chiarezza.