Sport, cene e concerti Conto alla rovescia

Sci a ritmo di musica

al Castello Sforzesco
Mancano solo due giorni a Capodanno e Milano si prepara a festeggiare con una serata fitta di eventi, tutti a ingresso gratuito, promossi dall’assessorato al Tempo libero. Si parte con lo Snow Park al Castello Sforzesco: due piste, una per lo snowboard e l’altra per lo sci, fuochi d’artificio e tanta musica dal vivo. E per i più giovani, dalle 22,30 ci sarà il Freestyle Party, dedicato alle sonorità rock-punk più sfrenate della band rivelazione The new Story. A mezzanotte, brindisi di fine anno, e, a seguire, il ritmo hip hop del rapper Inoki e la black music di dj Harsch. Sull’altro palco, per gli amanti del revival, l’appuntamento è con la musica anni Settanta e con i pezzi funky della band Let’s Groove.
Moda, stile e glamour

al Palalido
Sfilata di eleganza al Palalido, con premio speciale agli abiti più belli. La serata si aprirà alle 22 (ingresso gratuito) con l’orchestra Mauro Rizzi: valzer d’apertura, e poi musica anni ’60 e latinoamericana. Dopo il brindisi di mezzanotte, la voce ufficiale di Radio Italia Franco Risi premierà i migliori ballerini e la coppia più elegante.
Cena sul ghiaccio

al «villaggio» di via Palestro
Festa di fine anno anche al Villaggio delle Meraviglie di via Palestro, dove si ballerà e si pattinerà tutta la notte fino alle 3 del mattino. Il party inizia alle 21,30, con un gustoso cenone a buffet nel ristorante del villaggio, vista sul patinoire (35 euro a persona, previa prenotazione). Aperti anche i mercatini e la casa di Babbo Natale per i più piccoli. Madrina della serata, la bellissima Ambra Orfei.
Capodanno in San Fedele

ascoltando Noa
L’anno nuovo inizierà all’insegna della musica e dell’armonia grazie al concerto di Noa: l’artista israeliana il 1° gennaio alle ore 16.30 (ingresso libero) porterà sul palco della chiesa di Santa Maria della Scala in San Fedele il suo repertorio di canzoni sacre tradizionali di origini yemenite ed ebraiche alle quali si aggiungeranno altri motivi come l’Ave Maria di Gounod, La vita è bella - canzone che ha compoptso per l’omonimo film di Roberto Benigni - e Santa Lucia Luntana.