Elia e Tom, due mosse astute

Mi ha entusiasmato. La vittoria di Elia Viviani mi ha davvero conquistato per come il ragazzo veronese è arrivato ad ottenere questo successo. Spesso si assiste ad un lavoro di squadra seppur importante e tutt'altro che banale che in certi momenti appare quasi stucchevole. Questa volta, invece, Elia ha capito che era molto meglio sfruttare il lavoro degli altri e attendere il momento propizio per dare la zampata. Un esercizio questo frutto di grande intelligenza tattica e anche di esperienza, frutto di un lavoro svolto in pista che ha dato i suoi risultati anche su strada. Ha aspettato che il primo rompesse gli indugi e con grande tempismo e forza ha dimostrato non solo di essere ampiamente il più forte, ma anche il più scaltro.

Intelligente è stato anche Tom Dumoulin, che ha lasciato la maglia rosa a Rohan Dennis. Ha fatto un buon gesto, e si è guadagnato la stima di un team importante come la Bmc che può servire per il futuro. Le buone relazioni servono sempre.