A 27 anni si aggiudica il Grand Final delle PokerClub Live Series

Alfonso Craca, studente barese, conquista il gradino più alto del podio e vince l’ultima tappa dei tornei live che hanno coinvolto più di mille giocatori, tra cui Pamela Camassa e Luigi Mastrangelo

Erano in tanti al Casinò de la Vallée di Saint Vincent. Le PokerClub Live Series hanno attirato non solo il gotha del tavolo verde, ma anche vip come Pamela Camassa e atleti pluridecorati come Luigi Mastrangelo. Ad avere la meglio dopo una cinque giorni di poker sportivo avvincente è stato Alfonso Craca, studente 27enne di Bari. A seguire Luca Visentin e Roberto Salatiello, rispettivamente secondo e terzo classificato.

Il giovane barese, di certo felice per il 1° posto ottenuto e per i 45mila euro vinti, ha dichiarato che “nonostante sia un cifra piuttosto notevole, non mi cambierà la vita, sia come giocatore che come studente. Credo che quando ti approcci al mondo del poker sportivo – continua Craca – un solo risultato non può cambiare la propria carriera, perché si cresce a poco a poco e non bisogna mai fare il passo più lungo della gamba. Continuerò a studiare e a giocare come sempre".

Alfonso, che da diversi anni riesce a portare avanti con profitto l’impegno universitario, dimostra di avere la testa sulle spalle e, nonostante la giovane età, è riuscito ad imporsi al tavolo verde su giocatori professionisti del calibro di Max Pescatori del Team Pro PokerClub. Al tavolo finale, poi, è riuscito ad avere la meglio su ben 8 avversari, compresi Luca Visentin e Roberto Salatiello.

Visentin, impiegato 37enne di Gattinara (Vercelli) con la passione per il poker dal 2006, e Salatiello, 34enne di San Miniato (Pisa) e giocatore professionista dal 2008, si sono piazzati rispettivamente al 2° e 3° posto. Hanno tentato di tutto per contrastare Alfonso Craca, ma non c’è stato verso: l’ambito trofeo delle PokerClub Live Series è volato in Puglia. Da segnalare l’ottima prestazione di Nicoletta Panati, manager di Lamporecchio (Pistoia), unica donna tra le tante che hanno partecipato all’evento firmato PokerClub ad arrivare al tavolo finale, conquistando l'ottavo posto.

Con il Gran Final, la tappa decisiva, si è così completato l'ultimo di cinque emozionanti appuntamenti dal vivo targati Lottomatica. Un successo senza precedenti, sia in termini qualitativi (i professionisti più importanti del poker sportivo hanno preso parte a tutte le fasi del torneo), sia quantitativi, grazie alla nuova formula Accumulator che ha permesso di totalizzare nella sola tappa finale ben 340 iscritti, per un montepremi totale di circa 165mila euro.

Lo sa bene Max Pescatori, l’unico italiano ad aver conquistato due mondiali. Con lui gli altri campioni del Team Pro PokerClub, dall’intramontabile Carlo Braccini al promettente giovane Alessandro Chiarato, senza dimenticare Filippo Bisciglia e Pamela Camassa, anche loro della scuderia Lottomatica. La star è stata senza dubbio Luigi Mastrangelo. Tra le passioni del campione di pallavolo infatti non c’è soltanto il ballo (lo scorso anno ha partecipato alla trasmissione televisiva Ballando con le Stelle), ma anche il poker sportivo: “sotto rete c'è la stessa attenzione che c'è al tavolo da poker – afferma Luigi – devi cercare di non mostrare debolezza quando sei in difficoltà e capire cosa farà l'avversario anticipandone le mosse e confondendogli le idee. Anche se non ho ottenuto una buona posizione, mi sono divertito parecchio e non vedo l’ora di replicare l’esperienza”.

Con il Gran Final di Saint Vincent si chiude quindi il ciclo di tornei dal vivo partito nel 2013 e targato PokerClub, la room che Lottomatica dedica agli appassionati di Texas Hold’em. A brevissimo verrà pubblicato il nuovo calendario con tutti gli appuntamenti del 2014.