Abusi su minori nel calcio italiano: arrestato presidente nel cremonese

Giuseppe Garioni, storico Presidente del Torrazzo, è stato arrestato dalla polizia di Cremona per presunti abusi sessuali verso minori di età tra i 12-13 anni

Il problema della pedofilia nel mondo del calcio purtroppo non riguarda solo l'Inghilterra, con le rivelazioni choc di un ex Chelsea che aveva dichiarato di essere stato abusato da un capo scout negli anni 70-80, ma è una piaga che sta toccando anche l'Italia. La Polizia di Cremona ha arrestato Giuseppe Garioni, storico Presidente della società calcistica Torrazzo e della onlus Viscontea con l'accusa di violenza sessuale aggravata nei confronti di tanti ragazzi minorenni, per lo più di nazionalità straniera. Garioni, è stato anche accusato di prostituzione minorile visto che in cambio di presunti abusi sessuali avrebbe pagato ingenti somme di denaro e anche un ciclomotore. Le vittime, oggi, hanno un'età compresa tra i15 e i 17 anni, ma avrebbero subito gli abusi da parte del Presidente da quando avevano addirittura 12-13 anni.

Garioni, avrebbe costretto in più occasioni diversi minori a subire abusi sessuali. Il vice questore aggiunto Nicola Lelario ha lanciato un appello alle famiglie dei ragazzi per denunciare altri casi: "Alcune delle vicende di cui ci stiamo occupando sono in prescrizione, ma l'indagine è aperta e lanciamo un appello alle famiglie che hanno o hanno avuto bambini che hanno giocato o giocano nel Torrazzo perché dicano se qualcosa di poco chiaro possa essere accaduto". Secondo la procura, Garioni avrebbe messo su un sistema basato sulla sudditanza psicologica e su un rapporto di amicizia morboso che ovviamente contava sulla passività dei ragazzini che non erano in grado di ribellarsi.

Video che ti potrebbero interessare di Sport