"AgghiaccianDE" si, ma per la Juve: Conte se ne va e caos sul mercato

Un mercoledì come tanti, ma non "da leoni" per i tifosi della Juventus. Un ritiriro non iniziato che da due giorni che si trasforma in una mezza tragedia, almeno sportivamente parlando. L'allenatore dei tre scudetti consecutivi e dei record si dimette, Iturbe viene scippato dalla Roma e Vidal in partenza. Difficile immaginare qualcosa di peggiore...

Quella di Conte dimissioni che fanno rumore

La decisione di Conte di chiudere la sua esperienza in bianconero ha avuto immediate ripercussioni anche sulle strategie di mercato della Società.

Marotta e Paratici hanno infatti annullato il vertice, che nelle intenzioni della Vecchia Signora doveva essere quello decisivo, con il Verona. Sul tavolo vi era la cessione di Iturbe alla società campione d'Italia ma ora, dopo lo scossone in panchina, tutto è congelato perchè le scelte dovranno ovviamente essere vagliate e approvate dalla nuova guida tecnica. Lo stesso discorso vale per altri due giocatori per cui pareva mancasse solo l'ufficialità, ovvero Morata ed Evra. Ma vediamo nello specifico quali potrebbero essere le conseguenze dell'addio di Conte su queste tre trattative.

Iturbe è, tra le tre trattative, quella che maggiormente rischia, a questo punto, di non andare a buon fine. Il gioiellino del Verona interessa fortemente a diverse società, le quali ovviamente credevano di essere ormai tagliate fuori visto che il summit che doveva andare in scena ieri tra Juve e Verona doveva dare concretizzare il passaggio in bianconero del giocatore. Ora invece, con l'addio di Conte, bisognerà aspettare le indicazioni del nuovo allenatore, il quale potrebbe anche essere un tecnico che utilizza un sistema di gioco in cui Iturbe non è funzionale. E'superfluo dire che l'intesa tra Juve e Verona reggerà solo se, a questo punto, non vi saranno offerte dagli altri club che avevano provato a soffiare il giocatore alla società degli Agnelli, e questo non è il caso della Roma.

 Vi sono invece più possibilità di vedere in ogni caso Morata ed Evra sbarcare a Torino. L'iberico appare sempre più vicino al rinnovo fino al 2019 con le merengues, condizione questa fondamentale perchè i tifosi bianconeri possano vederlo allo Juventus Stadium, vista la clausola che prevede la possibilità, per il Real, di riscattare il giocatore ad un anno dalla cessione. L'accordo tra Vecchia Signora e Real c'è già e quindi appare probabile che, dopo il rinnovo del giocatore con gli spagnoli, l'affare verrà ufficializzato. Infine, per quanto riguarda il francese, che aveva convinto lo United a lasciarlo partire nonostante il contratto scadesse tra 12 mesi, tutto è in stand-by, anche se appare probabile che alla fine l'approdo a Torino non salterà.

Alla fine, l'unico affare che potrebbe davvero tramutarsi in realtà potrebbe essere l'addio di Vidal, uno dei motivi che secondo molti ha indotto Conte a sbattere la porta. Il Cileno è imprescindibile nel gioco bianconero, ma l'offerta dello United è di quelle a cui è davvero difficile dire "no" per una società come la Juve, con i bilanci in condizioni precarie. E'per questo che alla fine l'ultima parola spetterà alla società e che se cessione sarà, i motivi saranno solo, purtroppo per il nostro calcio, strettamente legati ad esigenze di bilancio. Basterà come spiegazione per i tifosi?

Commenti

maurizio@rbbox.de

Mer, 16/07/2014 - 11:17

Il problema non è mai chi va quanto chi viene.