Via ai playoff: tutti contro StraMilano

Chiuso il sipario sullo splendore dell'Eurolega dove, con tanti rimpianti, abbiamo fatto soltanto da spettatori, sapendo che l'Emporio Armani poteva davvero interpretare la parte che è stata del Maccabi, eccoci nel teatro minore dei play off del nostro basket. Armani contro tutti. Favorita per un titolo che le manca dal 1996. Avversaria da battere per squadre obiettivamente più deboli e non pensiamo che i cacciatori di talento delle Nba che in questi giorni al Forum hanno cercato Alessandro Gentile per sapere se può essere interessato a giocare per Atlanta, Cleveland o Phoenix, possano disturbare la corsa della squadra di Banchi.
Si parte con i quarti di finale al meglio delle cinque partite. Oggi andranno in campo proprio Milano, contro la neopromossa Pistoia che il suo scudetto lo ha già vinto, e, nella stessa parte del tabellone Sassari-Brindisi (diretta Raisport alle 20.30) la squadra che ha vinto la coppa Italia e quella che ha elettrizzato nella prima parte della stagione.
Domani toccherà ai detentori di Siena, bravi, coraggiosi anche nell'anno dove tutto è andato in frantumi, neppure parenti dello squadrone che ha vinto 7 titoli consecutivi, contro Reggio Emilia l'unica squadra italiana a vincere un trofeo europeo, il terzo, ma comunque una coppa internazionale che ci mancava da tempo. Nella stessa parte del tabellone avremo Roma, la finalista dell'anno scorso, impegnata a Cantù, nel duello forse più equilibrato, partita che andrà in diretta sempre, purtroppo, alle 20.30, sui Rai Sport, scontro che l'anno scorso vide proprio la squadra romana, certo più forte di quella di oggi, eliminare i brianzoli che non conoscono ancora il futuro societario, ma sembrano più solidi anche se radio mercato tormenta anche l'allenatore Sacripanti che sembra piacere tanto a Reggio Emilia, così come il Moretti che guida Pistoia potrebbe interessare a Roma. Da oggi si gioca ogni giorno, molto probabile che poi siano Milano-Sassari e Siena-Cantù a giocarsi la fase decisiva.