Alabama, spara all'autista di uno scuolabus e rapisce un bimbo

L'uomo ha portato con sé il bimbo in un bunker. Oggi sarebbe dovuto comparire in tribunale

Paura a Midland City, cittadina di neanche duemila abitanti in Alabama. Ieri un uomo di 67 anni, armato, ha fatto irruzione su uno scuolabus, uccidendo l’autista e prendendo in ostaggio un bambino di sei anni. Il malintenzionato, Lee Dykes, ha poi portato il bambino in un bunker sotterraneo vicino alla sua abitazione. L’omicidio e il sequestro sono avvenuti alle 15.40 ora locale (le 22.40 in Italia), quando il bus si trovava davanti una chiesa cittadina. Le forze speciali della polizia (Swat) sono in contatto con l’uomo e stanno cercando di liberare l’ostaggio.

"Ha detto alla gran parte di loro di scendere dal bus", ha raccontato il pastore Michael Senn, riferendo la testimonianza di una bimba. "Poi ha preso il piccolo in ostaggio e ha sparato quattro colpi all’autista". Un vicino di casa dell’aggressore ha raccontato che l’uomo aveva inizialmente preso in ostaggio due bimbi, ma uno di loro è svenuto e l’aggressore è scappato con l’altro. Sempre secondo la sua testimonianza, l’uomo vive da due anni nella zona e aveva cominciato a costruire il bunker da quando si era trasferito. Quel bunker, racconta un vicino, si trova "sotto almeno un metro di sabbia, e si "mimetizza al punto che non lo si noterebbe senza sapere che esiste". L’uomo ha costruito da solo il bunker: "È la cosa più pazzesca, scavava in piena notte per creare il suo rifugio".

La zona vicina al bunker (nel sud dell’Alabama) è stata evacuata nel timore che il rapitore abbia con sé degli esplosivi. Sul posto è arrivata una squadra di artificieri. Secondo gli agenti che stanno trattando con l’uomo, il bimbo in ostaggio "è okay", cioè in buone condizioni.

La stampa dell’Alabama scrive che il killer-rapitore era stato arrestato il 22 dicembre scorso per aver minacciato due persone con una pistola. Oggi era atteso in tribunale per
l’udienza. "È salito a bordo dello scuolabus e ha detto ’mi servono due bambini di 6 e 8 anni, poi ha sparato all’autista", riferisce un testimone.

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Mer, 30/01/2013 - 10:36

Uffa , che palle.

Paul Vara

Mer, 30/01/2013 - 11:10

Questi si credono di vivere in un telefilm...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 30/01/2013 - 12:05

Vista l'immigrazione tumultuosa, il Presidente pare che voglia modificare il nome dello Stato in "Al-Obama".

aredo

Mer, 30/01/2013 - 12:57

Quanti altri dovranno morire per ordine di Barack Hussein Obama che utilzza servizi segreti quali CIA ed NSA per causare stragi negli USA al fine di cancellare il diritto al possesso delle armi? (e preparare il terreno all'islamizzazione degli USA rendendo i cittadini inermi...)

fabianope

Mer, 30/01/2013 - 13:23

@aredo, confermo & sottoscrivo quanto Lei dice. Sembra che Obama riceva ordini direttamente da Marte (non a caso pianeta..rosso, anche se un recente documentario storico-scientifico (abbreviato:ss) lo vuole colonizzato dai fascisti gia' da mo'...). Speriamo tutti in un pronto intervento di Goldrake. saluti, fabianope (a nome di tutta la Grande Coalizione Stellare)

Ritratto di giorgio ventavoli

giorgio ventavoli

Mer, 30/01/2013 - 13:41

Non voterei mai per Obama, ma appoggio la sua crociata contro le armi libere. In certe zone è innegabile che il possesso di un'arma sia indispensabile, ma possedere un arsenale di armi da guerra è contro ogni logica e ogni possibile motivazione. Spero che riesca (così, almeno, riuscirebbe a meritarsi ex post il Nobel...)

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 30/01/2013 - 14:40

Eh sì! E' stata l'arma a fare il sequestro, il tizio in questione non c'entra niente, l'arma l'ha costretto ad ubbidire al suo desiderio di sparare, sarà il caso che lo lascino libero dopo avere arrestato l'arma.

Ritratto di bastardissimo70

bastardissimo70

Mer, 30/01/2013 - 15:09

@stock47 : mi ha tolto le parole dalla tastiera... @giorgio ventavoli : mi duole farle notare che in questo caso si tratta di una semplicissima pistola, altro che arma da guerra e caxxate simili. E vorrei segnalarle che per chi va fuori di testa un coltello e' spesso piu' che sufficiente. Di questo passo direi che sono da mettere fuori legge i coltelli,le sigarette, le automobili, le seghe elettriche, le forbici...insomma, tutto cio' che con un uso improprio diventa potenzialmente letale, non crede ??? Un matto e' un matto, e la colpa non e' certo dell'arma.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mer, 30/01/2013 - 23:50

questo è il prodotto delle guerre che fanno sempre quei guerrafondai gringos.