ALLEGRI DELUSO«Cinque o sei dei miei erano da cambiare Ora pensiamo al Psv»

Massimiliano Allegri non nasconde la delusione: «Abbiamo giocato male, singolarmente e come squadra. Bene solo per i primi 13 minuti, poi coi nostri errori abbiamo rianimato il Verona, che ha meritato di vincere, ma la colpa è solo nostra. E adesso tutti devono avere un solo pensiero a mercoledì, perché contro il Psv è necessaria più cattiveria mentale e agonistica. Senza sentirci sotto esame, ma occorre cambiare atteggiamento». E poi: «Sono arrabbiato, l'approccio era stato positivo, abbiamo segnato e poi lo stop. Bisogna mettersi in testa che dobbiamo sempre giocare per vincere. Fa male perdere così, proprio in vista di mercoledì con la gara più importante della stagione e occorre rialzare subito la testa. Non si può giocare come abbiamo giocato al Bentegodi. Prendiamo esempio da Toni. La sostituzione di El Shaarawy? Avrei dovuto cambiarne 5 o 6, ma più di 3 non potevo». Felice invece Andrea Mandorlini alla panchina numero 500: «Questa vittoria non è un sogno, ma realtà. All'inizio abbiamo faticato e sofferto molto, ma un esordio meglio di così non potevo aspettarmelo».

Commenti
Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 25/08/2013 - 13:22

Ma chi lo allena il Milan, paperino? E' la stessa storia dell'anno scorso, ultimi in classifica e fuori dall'Europa. Non corrono in campo e non corrono in società. Non sono allenati!!!! A che serve aver adempiuto al motto mussoliniano "largo ai giovani"? Quelli del Milan sono ridicoli. In quell'agghiacciante centrocampo il vecchio e serio Ambro ... Ed una vecchia gloria come Toni ... Sarà difficile mantenere la sinistra della classifica. Questo ed i prossimi anni. Galliani pensaci.

benny.manocchia

Dom, 25/08/2013 - 20:01

La Roma agli Stati Uniti, l'Inter all'Indonesia... Quante bell quante bell lu Paese e Pulicinella! Un itliano in USA