Allegri sogna il Monaco ma rischia le big

La Juve dopo il mezzo passo falso con la Sampdoria incrocia le dita guardando all'urna del sorteggio di Nyon per gli ottavi di Champions League. Sette incroci possibili, quattro ad alta percentuale di pericolosità che rispondo al nome di Bayern Monaco, Real Madrid, Barcellona e Chelsea; due equilibrati, quelli con Porto e Borussia Dortmund, uno fattibile, il Monaco. La curiosità è che i bianconeri se si rifanno alla storia, possono giocarsela con tutte e sette le possibili avversarie negli ottavi. Il bilancio è praticamente in equilibrio anche con gli spauracchi, solo una sconfitta in più contro Real Madrid e Bayern Monaco. Perfetta parità invece con il Chelsea, mentre addirittura in vantaggio con il Barça come con il Borussia Dortmund, che però può esibire lo scalpo dell'incredibile finale nel 1997. Con il Porto, invece, la Signora ha vinto la coppa delle Coppe nel 1984 e soprattutto non ha mai perso.

Superato il girone grazie soprattutto ad una seconda parte di girone autorevole, dopo le due sconfitte nelle prime tre partite, la Juve si siede al tavolo del grande calcio europeo rifacendosi alle parole di Tevez: «La Champions inizia adesso». Le date dell'andata 17-18-24-25 febbraio. L'appuntamento per scoprire gli abbinamenti è per mezzogiorno (diretta dalle 11.45 su Italia 2 e Sky), mentre un'ora dopo (sempre in diretta Tv) toccherà all'Europa League, con ben cinque italiane nei sedicesimi: Inter, Napoli, Fiorentina, Roma e Torino. Le prime tre sono teste di serie e da evitare assolutamente ci sono quattro squadre: Liverpool, Tottenham, Siviglia e Villarreal. Granata e giallorossi finiscono nell'altra urna e oltre alle quattro migliori scese dalla Champions (Olympiakos, Sporting Lisbona, Zenit e Athletic Bilbao) sarebbe meglio non pescare anche Borussia Moenchengladbach, Dinamo Mosca e Salisburgo. L'andata si gioca il 19 febbraio. Nonostante la retrocessione dalla Champions della Roma, l'Italia sorride perché dopo anni porta tutte le squadre nella seconda parte delle coppe. Ora chiede una mano all'urna per continuare l'inaspettato trend positivo.