Altafini si racconta: "Prendo la pensione sociale ma devo continuare a lavorare"

L'ex attaccante di Milan, Juventus e Napoli si è raccontato alla soglia degli 80 anni: "Sono stato fortunato perché ho avuto la vita che desideravo. Ora vivo con una pensione di 700 euro..."

José Altafini è un ex calciatore italo-brasiliano di ruolo attaccante. In carriera ha vestito maglie importanti come quelle del Milan, della Juventus e del Napoli. Ha anche giocato sia con la nazionale brasiliana che con quella della nazionale italiana, vincendo il Mondiale, con i verdeoro, del 1958. Altafini compirà 80 anni il prossimo 24 luglio e ai microfoni del Corriere della Sera si è raccontato: "Sono stato fortunato perché ho avuto una vita bellissima, tutto quello che sognavo mi è capitato. Ho sposato la donna che amavo e fatto il lavoro che desideravo. Mi sembrava tutto facile, regalato".

Altafini ha poi raccontato che sta ancora lavorando e che percepisce una pensione sociale di settecento euro: "Il mio lavoro? L’azienda di erba sintetica non è mia, magari. Io aiuto, trovo clienti, faccio, promuovo. Sono testimonial. L’erba sintetica è il futuro, altro che il fango dove giocavo io. La pensione? Ho quella sociale: 700 euro al mese. Diciamo che sono tornato un po' alle origini. Ma le scarpe ce le ho ancora, eh. Quando un uomo vive senza mai pensare ai soldi, i soldi non li fa. E io ho vissuto così. Non ho mai cercato il denaro. Volevo solo divertirmi, in campo e fuori, senza tanti calcoli. Ho molti difetti ma non sono tirchio e nemmeno invidioso dei miliardari. Tra l'altro, non riesco a chiederli i soldi, non l'ho mai fatto. Anche adesso, faccio fatica a dire quanto voglio di cachet per partecipare a un evento. E così ho un cachet bassissimo".

Commenti
Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 10/06/2018 - 16:17

Persona amabilissima. Dalla grande ricchezza interiore. Gli auspici più belli. -16,16 - 10.6.2018

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 10/06/2018 - 16:30

Grande José.

VittorioMar

Dom, 10/06/2018 - 16:35

...e tutto quanto guadagnato da calciatore dove sono finiti ??

baronemanfredri...

Dom, 10/06/2018 - 17:01

ALTAFINI CERTAMENTE NON HAI MAI AVUTO STIPENDI COME CERTI BROCCHI DI OGGI, SU QUESTO TU HAI RAGIONE, MA NON HAI RAGIONE SE HAI BUTTATO TUTTI I SOLDI. PENSACI E' SOLO COLPA TUA. MI PARE CHE C'ERA UNA FORMICA E UNA CICALA. NON LO DIMENTICARE MAI. IO ODIO I PROVERBI, PERO' QUALCHE VOLTA CI AZZECCANO.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Dom, 10/06/2018 - 17:30

oggi anche l'ultimo brocco per una comparsa e/o pubblicita' prende milioni.e poi non riescono manco a qualificarsi per i mondiali,come dic e un giornalista.che figura di m.

Lexius

Dom, 10/06/2018 - 17:42

Dopo le cicale da spettacolo abbiamo anche quelle sportive. Lui almeno dignitosamente ammette, senza inutili piagnistei, di essersela "goduta", di vivere del suo lavoro (ancora compatibile con l'età e non certo faticoso).Forse dovrebbe affidarsi ad altra persona che, senza spolparlo, sia in grado di curarsi delle pubbliche relazioni e chiedere giusti compensi per interventi a pubblici eventi.

amicomuffo

Dom, 10/06/2018 - 17:44

mah non credo che uno come Mazzola,Rivera o lo stesso Riva, abbiano di questi problemi! Basta sapersi gestire!

sparviero51

Dom, 10/06/2018 - 17:47

LA CLASSICA CICALA . NON È COLPA DI NESSUNO E QUINDI NON DEVE FARE LA VITTIMA !!!

jaguar

Dom, 10/06/2018 - 19:16

Pensa che tanti coetanei se li sognano 700 euro mensili.

Trinky

Dom, 10/06/2018 - 20:13

E cosa ne hai fatto di tutti i milioni che avevi guadagnato col calcio?

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 11/06/2018 - 12:25

non è vero quello che dice, il suo unico pensiero erano i soldi, si vede che ha qualche vizietto costoso. io ho solo i dati di quando firmò per il napoli nel 1964, altafini e sivori furono ingaggiati per 25 milioni di lire all'anno cadauno, e nel 1964 con quella cifra acquistavi 5 appartamenti di lusso!

de barba rossano

Lun, 11/06/2018 - 20:40

Questi poveri "di ritorno" non mi inteneriscono per niente. io ho pagato tutti i miei contributi fino all' ultima lira a caro prezzo e un mutuo casa per 25 anni anche in quei mesi in cui non riuscivo a mettere qualcosa in tavola.