Altra scossa al Milan, Braida verso l'addio

Il braccio destro di Galliani presenta le dimissioni, poi ci ripensa. Il suo contratto scade il 30 giugno

Il MIlan festeggia dopo il gol di Mario Balotelli

Nuova tempesta ai vertici del Milan. Ariedo Braida è a un passo dall'addio. Dopo ventotto anni di stretta collaborazione ha, infatti, rassegnato le dimissioni da direttore sportivo del club rossonero. Adesso la parola passerà alla società che deciderà se accettarle o meno. Braida è in scadenza di contratto a giugno dell'anno prossimo e da qualche settimana circolano i nomi dei possibili eredi.

La notizia era nell'aria. Eppure, sebbene fosse prossimo alla scadenza del contratto, nessuno si aspettava che Braida decidesse di anticipare l'addio al Milan. Come anticipa il Corriere della Sera, l'uomo dei grandi colpi di mercato, il braccio destro di Adriano Galliani che ha portato a Milanello campioni come Rijkaard, Pato e Kaká (tanto per citarne alcuni), ha presentato le proprie dimissioni lo scorso mercoledì mattina. Un paio d'ore sopo, però, le ha congelate indotto a un ripensamento dallo stesso club rossonero. Al suo posto sarebbe in arrivo dal Verona di Sean Sogliano, direttore sportivo con ampi poteri perché direttamente legato al presidente Maurizio Setti. Secondo i ben informati, il passaggio al Milan dovrebbe avvenire in estate. Il futuro di Braida, invece, potrebbe tingersi di blucerchiato.

Commenti

francesco de gaetano

Mer, 04/12/2013 - 15:03

Il rinnovamento è necessario.Dispiace per coloro che hanno creato una Società sia a livello europeo che a livello internazionale la più medagliata.Da tifoso milanista mi adeguo alla volontà della dirigenza, sperando che il prossimo anno sia competitivo anche a livello nazionale.

mitmar

Mer, 04/12/2013 - 18:53

Dopo anni di Serie B e Giussy Farina mi va bene chiunque.