Autogol di Calaiò, il Genoa cade in casa Udinese

Secondo successo stagionale per l'Udinese che ritrova il suo centravanti e scaccia la crisi

Quando lo 0-0 sembrava segnato, ecco arrivare il lampo di Di Natale ma più che altro la deviazione di Calaiò che batte il proprio portiere Perin. Così arriva il secondo successo stagionale per l'Udinese che ritrova il suo centravanti e scaccia quell'accenno di crisi evidenziatosi dopo il pari interno con il Bologna e la sconfitta di Verona con il Chievo. Terzo stop per il Genoa di Liverani che tra infortuni e squalifiche aveva varato un leggero turnover e un nuovo modulo. Nel primo tempo il Genoa soffre i più arrembanti avversari e pochi minuti prima dell'intervallo Di Natale si vede annullato un gol per offside (azione non chiara, il difensore del Genoa Antonini tocca il pallone e sembra rimettere in gioco la punta bianconera). Il Genoa si era reso pericoloso solo una volta con Konate.
Fischi del pubblico per Guidolin a inizio ripresa quando il tecnico dell'Udinese sostituisce Maicosuel, sicuramente uno dei più positivi, con Muriel. È proprio il colombiano ad avere una delle occasioni più ghiotte con un tiro dal limite che sfiora il palo, poi si procura la punizione dalla quale nasce il gol (anzi autogol) vittoria dell'Udinese. Per quanto visto in campo, giusto così.