Le pagelle di Milan - Pescara

7 DONNARUMMA Un paio di prodigiose parate e qualche scarabocchio, sono tutti degni di uno strepitoso diciasettenne: alti e bassi insomma. Gli va bene quando sbaglia ma poi custodisce la vittoria con voli da nembo kid.

6 ABATE Riprende il posto suo e anche il comando della pista laterale destra senza tradire cedimenti.

6 GOMEZ Rischia subito un giallo ma poi, quando il gioco si fa duro, vince tutti i duelli.

6.5 ROMAGNOLI Prosegue la sua striscia di sfide senza commettere falli: questa volta non perde nemmeno un contrasto fisico ed è quasi un record.

5 DE SCIGLIO Clamoroso a San Siro: da fallo laterale in attacco è riuscito a innescare un pericoloso contropiede pescarese.

5 SOSA La sua resa è al di sotto di ogni minima aspettativa: sbaglia una striscia di passaggi elementari. (Dal 23' st KUCKA 5.5 Troppi errori specie nei contro-attacchi).

5 LOCATELLI Bisogna lasciarlo crescere senza pretendere da lui imprese balistiche e giocate geniali: sbaglia tanto, specie nel ricucire gioco. Nei contrasti è un vero leader.

7 BONAVENTURA È il più continuo, il più lucido in attacco, capace di essere da lotta e da governo, il gol astuto su punizione (palla sotto la barriera) è una vera perla.

6.5 SUSO Non bisogna pretendere da lui che rientri, ma quando serve assist, a ripetizione nel primo tempo, è una delizia.

5.5 BACCA Timbra il palo, sbaglia un paio di gol facili per le sue abitudini, alla fine se la prende con Locatelli per un passaggio sbagliato, esce e sono scintille con Montella.

5 NIANG L'unica giustificazione è l'attacco influenzale della vigilia. Gioca senza azzeccare una sola giocata tranne il colpo di testa con cui centra il palo.

All. MONTELLA 6.5 Sale al terzo posto, si consola con le tante occasioni sprecate e risponde per le rime a Bacca.