Bacca: «Resto al Milan». Che tratta per Kovacic

L'Inter pronta allo scambio Brozovic-Vertonghen con il Tottenham. Il Napoli pensa a Zaza

Domenico Latagliata

La Juve con i soldi, Milan e Inter con la fantasia. Che a volte funziona e altre no. Però l'estate è andata così e così finirà. E se John Elkann, dal Brasile, non esita a definire la Juve «entusiasmante, mentre Napoli e Roma si sono indebolite», le milanesi approcciano la volata finale del mercato con un po' di ansia. Sta certamente peggio il Milan, bloccato per le note ragioni e appeso a un micro budget di 4 milioni a meno di fare cassa con qualcuno. Ora che Bacca ha deciso di restare («voglio l'Europa con i rossoneri»), non ci sono tanti giocatori buoni per produrre denaro fresco: uno di questi è però De Sciglio, da sempre gradito ad Allegri e alla Juve. Che con la partenza di Lichtsteiner avrebbe bisogno di un altro giocatore di fascia: l'ipotesi di uno scambio quasi alla pari con Zaza era e rimane per ora una suggestione, ma siccome l'attaccante azzurro ha capito che avrà ben poco spazio quest'anno, meglio tenere le antenne dritte. A metà campo, rimanendo difficile Diawara (Bologna) per la solita mancanza di soldi freschi (favorito il Napoli), Galliani spera in un favore del Real: Kovacic resta nel mirino, con una formula da trovare ma che non si discosterà comunque molto dal prestito secco. La Juve ha intanto definito il passaggio di Pereyra al Watford: 15 milioni, un tesoretto che viene comunque buono se non altro per il bilancio.

L'Inter è invece sempre a caccia di Joao Mario, per il quale però lo Sporting Lisbona non intende concedere sconti: lui vuole fortemente i nerazzurri, ma i suoi dirigenti pretendono 45 milioni e non i 40 (10 per il prestito oneroso, 30 per il riscatto) offerti dai nerazzurri. Si deve insomma ancora lavorare un po', faticando pure a trovare un'intesa sui bonus che dovrebbero sulla carta aggiustare la trattativa e non renderla ancora più complicata. Nebulosa anche la situazione di Brozovic, in partenza probabilmente per l'Inghilterra dove potrebbe avvenire uno scambio (con conguaglio a favore dell'Inter) con Vertonghen, difensore belga di proprietà del Tottenham già allenato da De Boer all'Ajax. Il Napoli, volendo ampliare la rosa il più possibile, oltre a Criscito (Zenit) pensa anche a Caceres (svincolatosi dalla Juve) e ufficializzerà Rog (centrocampista della Dinamo Zagabria) dopo i playoff di Champions giocati dai croati. Voce dall'Inghilterra: per avere Koulibaly, il Chelsea sarebbe pronto ad andare oltre i 60 milioni. In attacco, infine, De Laurentiis starebbe pensando a Zaza, valutato dalla Juve 25 milioni: non è Higuain, certo, ma con Gabbiadini e Milik potrebbe giocarsela più o meno alla pari permettendo a Sarri di avere più soluzioni.